• DOVE SIAMO
    Lucca, Capannori
  • PER INFO
    0583.947879 / 335.1276857

Acquedotto Nottolini a Lucca

31-01-2019 Acquedotto Nottolini a Lucca

L’acquedotto Nottolini a Lucca non è un acquedotto romano come molti pensano vedendolo, infatti fu realizzato circa mille anni dopo sfruttandone lo stesso principio. L’acquedotto Nottolini è stato costruito all’inizio del XIV secolo con l’intento di portare acqua a Lucca dalle sorgenti capannoresi.
L’acquedotto Nottolini a Lucca è lungo 3 kg e ha funzionato per circa 130 anni, dal 1833 al 1962 quando a causa della costruzione dell’autostrada A11 sono stati abbattuti dei pilastri dell’acquedotto.
Nonostante fosse un falso storico era comunque una costruzione da preservare per il suo valore architettonico e per la sua importante funzione.

L’acquedotto Nottolini oggi

Oggi l’acquedotto è circondato da impalcature per un restauro che, quando sarà concluso, permetterà ai turisti o a chi vuole ammirare l’acquedotto, di godere anche di un percorso nella natura da percorrere a piedi o in bicicletta e che può portare ad altri luoghi interessanti di Lucca, dei musei a cielo aperto, come la via dell’acqua o via Francigena. Il sentiero parallelo all’acquedotto Nottolini è davvero piacevole e a metà strada è possibile ammirare il Tempietto di Guamo, cioè il deposito di raccolta delle acque che raggiungono Lucca; qui venivano prima depurate e rese limpide grazie al passaggio tra ghiaia e sassi che trattenevano le impurità.
Sul Tempietto c’è una terrazza dalla quale si potrebbe ammirare una vista spettacolare.
L’acquedotto finisce col Tempietto di San Concordio che è una cisterna, un edificio circolare neoclassico che raccoglieva l’acqua che da una vasca di marmo veniva inviata alla città attraverso tubi metallici passando sotto il Baluardo di San Colombano.
L’acquedotto Nottolini è quindi un sito di interesse per chi desidera visitare Lucca e le sue meraviglie, già percorrendo l’autostrada A11 si può avvistare e rendersi conto del suo fascino e dell’importanza che questa costruzione ha avuto in passato grazie all’ingegno di Nottolini e che nonostante oggi non sia più utilizzato a scopo idrico, resta un monumento imprescindibile alla città di Lucca.

Torna indietro

Blog

Seguici su